HomeCome vendere auto Pagamento › Bonifico Bancario

Bonifico Bancario

Per il pagamento di un’auto si usa spesso ricorrere al bonifico bancario, anche per i piccoli importi, soprattutto da quando l'uso del contante è stato limitato alla soglia massima di 2.999,99 euro. Il bonifico bancario su rivela particolarmente utile insieme all'assegno circolare poiché consente di mantenere la tracciabilità del pagamento, in questo modo è possibile tutelare entrambe le parti, sia il venditore che l'acquirente. Se avete deciso di acquistare un’auto usata in questo caso specifico, pagando con bonifico bancario, sarà necessario richiedere i dati bancari del venditore (codice IBAN) in modo da poter procedere all’emissione del bonifico, ricordandovi sempre di inserire come causale di pagamento, il modello dell’ auto e il relativo numero di targa. Non per sfiducia, ma per precauzione, sarebbe meglio aspettare di incassare i soldi prima di consegnare le chiavi dell’auto e i relativi documenti all’acquirente, anche se questo non accade sempre, perché c’ è da considerare il fatto che alcuni acquirenti,una volta che hanno eseguito il pagamento del corrispettivo pattuito preferiscono avere l’immediato possesso della vettura senza dover aspettare che il venditore abbia la possibilità di verificare l’esito dell’incasso. Se comunque la banca è la stessa per entrambi, l’accredito del pagamento può arrivare in giornata sul conto corrente del venditore, se invece si tratta di banche diverse, allora potrebbero essere necessari anche 3 o 5 giorni prima che avvenga l’accredito effettivo sul conto corrente, tutto dall'istituto finanziario. Vediamo ora nel dettaglio come funziona. Il bonifico bancario è un operazione che viene eseguita in banca da una persona chiamata " ordinante " a favore di un altro individuo chiamato " beneficiario ". La maggior parte delle volte, l'ordinante e il beneficiario possiedono un proprio conto corrente, ma può anche capitare che chi emette il bonifico ne sia sprovvisto e quindi è necessario effettuare l'operazione presso lo sportello di una banca. La nascita di questo metodo di pagamento, a quanto sembra risale addirittura ai tempi del Medioevo, anche se la procedura era abbastanza diversa, diciamo che si può associare più al telegrafo, infatti ancora oggi in America del Nord, il bonifico bancario viene chiamato Telgraphic transfer. Ormai grazie alla diffusione di internet, è possibile trasferire il proprio denaro in ogni parte del mondo in pochi clic, e comodamente anche da casa e non solo visto che negli ultimi anni è possibile farlo anche fuori da casa, grazie all'utilizzo di un telefonino o di un ipad, basta avere semplicemente una connessione internet. Detto questo si può dire che il bonifico bancario è il metodo più utilizzato al mondo ed è anche tra i più sicuri, infatti ogni giorno milioni di aziende e imprenditori ne fanno uso. Potrete inviare qualsiasi somma di denaro senza limiti di importo, di regola occorrono 3 giorni lavorativi affinché il vostro denaro sia regolarmente accreditato sul conto corrente del destinatario al’interno della nazione che fa parte dell'Unione Europea, anche se potrebbe variare di qualche giorno in base al luogo. In ogni caso potete stare tranquilli che il denaro arriverà a destinazione, grazie al codice riferimento operazione chiamato anche CRO; chi riceverà il denaro saprà che siete stati voi a inviarlo. Il funzionamento del bonifico è molto semplice, viene catalogato tenendo conto di una serie di parametri, la somma che viene spedita, l'urgenza, il tipo di bonifico e il luogo in cui dovrà essere inviato. Subito dopo avviene una verifica elettronica che serve a capire se i dati inseriti sono corretti e se tutto corrisponde perfettamente , il denaro viene trasferito alla banca del beneficiario. Quando viene ordinato una disposizione di un bonifico, il dato che viene considerato più di tutti è il codice IBAN, al suo interno sono presenti tutti i dati relativi al correntista beneficiario, se il pagamento, invece è destinato verso altre nazioni, sarà necessario aggiungere il codice SWIFT che serve ad identificare la nazione, la banca e la filiale interessata. Si possono inviare due tipi di bonifico, quello online oppure il bonifico disposto direttamente presso lo sportello della vostra banca.

Ormai inviare un bonifico è una cosa di tutti i giorni e chiunque può farlo, per questo motivo tutti gli istituti bancari stanno cercando di semplificare questa operazione in modo da agevolare i correntisti ad eseguire i bonifici online, anche per coloro che ci provano per la prima volta.

Per chi volesse effettuare questa operazione da casa potrà farlo sostenendo una modica cifra per le commissioni bancarie, alcune volte, a seconda della banca, il servizio è completamente gratuito. Per eventuali problemi, si può contare sull'aiuto degli operatori sempre presenti e disponibili online. L'importante è avere un conto corrente e ovviamente la disponibilità di fondi per consentire di pagare le somme desiderate. Una volta collegati nell'homepage della propria banca, sarà possibile accedere al conto corrente utilizzando i dati d'accesso e la password precedentemente forniti dalla banca e in pochi click potrete disporre bonifici, consultare i movimenti del vostro conto corrente, pagare deleghe F/24, pagare le bollette con addebito sul conto e tanto altro. Le banche online sono tantissime e ognuna di queste offre ai propri clienti opzioni e costi di gestione diversi, noi vi consigliamo comunque di scegliere una banca che è in grado di offrirvi un dispositivo di sicurezza come la chiavetta, che genera un codice diverso da inserire per validare l’operazione, in modo tale da impedire a terze persone in caso qualcuno riuscisse manomettere il vostro conto corrente, l’esecuzione immediata di bonifici o altre operazioni se non mediante l’inserimento del codice apposito. Numerose banche offrono anche il servizio di notifica via sms che vengono inviati al correntista per avvisarlo quando è stato eseguito un pagamento e quando vengono accreditate somme di denaro. Per quanto riguarda il bonifico bancario allo sportello è necessario recarsi per forza presso la banca e si può effettuare anche pagando in contanti senza avere necessariamente un conto corrente, ma per i bonifici eseguiti allo sportello è previsto il costo dell'operazione maggiore rispetto a chi ha acceso un conto corrente bancario. Inoltre, è probabile che prima di essere serviti restiate in coda per un bel po’, perdendo del tempo prezioso. Se volete evitare interminabili file allo sportello, potrete utilizzare diverse carte prepagate come la paypal che sul retro riporta un codice IBAN appositamente creato per identificare il suo titolare, in questo modo potrete inviare e ricevere bonifici senza problemi. Generalmente molte piccole aziende usano queste carte per poter pagare i dipendenti che non hanno un conto corrente, tenendo presente che generalmente non si possono inviare pagamenti all'estero, (se ad esempio la paypal è stata emessa in Italia, tutte le operazioni potranno essere eseguiti all’interno della propria nazione di riferimento. Per quanto riguarda la sicurezza dei bonifici bancari, come abbiamo già accennato precedentemente, si può stare assolutamente tranquilli perché tutto avviene in completa trasparenza e il denaro viene inviato o ricevuto nel conto corrente purché i dati siano corretti. Anni fa nel servizio bancario erano presenti alcune lacune, ma oggigiorno, grazie alla regolamentazioni europee e alla tecnologia sempre più all’avanguardia, è possibile inviare qualsiasi somma di denaro senza problemi.